Home » Muffe e Allucinazioni – Ad Halloween Torna la Muffa sui Muri

Muffe e Allucinazioni – Ad Halloween Torna la Muffa sui Muri

Muffe e Allucinazioni.  halloween-muffe-allucinogene

È Halloween, oggi parliamo di muffe connesse a streghe, demoni e visioni.

Un aspetto meno noto ma molto interessante degli effetti delle muffe.

Muffe che hanno il vizio di tornare sui muri in questo periodo dell’anno.

Ci sono muffe che fanno ammalare, danno allucinazioni e hanno ucciso o fatto finire in manicomio molta gente nel passato.

Il famoso LSD droga allucinogena per eccellenza deriva da una muffa.

Se hai muffe in casa saprai già che possono favorire allergie e malattie respiratorie, che sono orrende, difficili da eliminare e creano cattivi odori.

Probabilmente non sai che per secoli muffe e allucinazioni andavano di pari passo, e che sono morte o finite in manicomio migliaia di persone per avvelenamento da muffe.

Che rapporto c’è tra muffe e allucinazioni, apparizioni di fantasmi, mostri, demoni e malattie “mentali”?

Recenti studi scientifici dimostrano una relazione tra la frequenza di apparizioni di fantasmi, mostri e streghe e la presenza di forte umidità e muffa nel cibo e in vecchi edifici abbandonati, paludi, castelli e villaggi.

Perfino le famose “caccie alle streghe” sembra siano avvenute in luoghi come Salem dove certe muffe hanno causato avvelenamenti di massa.

È possibile che fenomeni di “paranoia” e visioni di fantasmi siano dovute ad avvelenamento da muffa in abitazioni malsane e non da vere malattie mentali.

Questi studi non sono ancora conclusi.

La più famosa muffa allucinogena e la sintesi del LSD

La più famosa muffa velenosa è la Claviceps Purpurean.

muffe e allucinazioni claviceps
i cornetti allucinogeni della muffa della Segale Cornuta

Vive nella Segale e l’avvelenamento avveniva col pane di segale. Quindi nei paesi del nord europa.

La Claviceps Purpurean contiene molte droghe e veleni tra cui l’Acido Lisergico da cui nel 1948 è statao sintetizzato il famosissimo allucinogeno “psichedelico” LSD.

La Claviceps Purpurean fa sviluppare una specie di filamento sulla segale che viene così chiamata Segale Cornuta.

La Segale Cornuta e la Claviceps nei secoli hanno causato fenomeni di “ergotismo” cioè avvelenamenti di massa.

Muffe e allucinazioni medievali, AVEVANO conseguenze devastanti. Interi villaggi finivano in preda a deliri, forti dolori e morti.
claviceps purpurean muffa velenosa
La Claviceps Purperea al microscopio.

Si credeva fosse tutta opera del demonio. O di spiriti maligni, streghe e folletti.

Per secoli la soluzione erano esorcismi e preghiere, fino a che uno scienziato  non ha scoperto la relazione tra la segale cornuta e l’avvelenamento di massa.

La Claviceps Purpurean veniva usata dai Sumeri per avvelenare gli acquedotti nemici.

È sufficiente una dose microscopica della muffa per provocare l’ergotismo un avvelenamento potentissimo, una malattia terribile che nel Medioevo veniva chiamata “fuoco sacro” o “di Sant’Antonio“.

L’avvelenato da questa muffa viene colto da convulsioni, si agita freneticamente, avvertendo al contempo una sensazione di bruciore negli arti che vanno in cancrena e si staccano. Oltre ovviamente alle allucinazioni causate dalla muffa.

Cosa potevano vedere dei contadini in stato di allucinazione? Demoni, streghe, giganti e complotti alieni (ah no quelli li vedono adesso.)

L’avvelenamento veniva chiamato “fuoco di Sant Antonio” perché la gente per guarire partiva in pellegrinaggio dalle regioni del nord (dove si usava fare il pane di segale) verso i santuari di S. Antonio a Sud.

Durante il viaggio a piedi i pellegrini cambiavano tipo di pane e di  alimentazione, così si disintossicavano e guarivano.

Questa può essere la spiegazione scientifica, senza nulla togliere a Sant’Antonio.


Effetti devastanti provocati dalla Claviceps Purpurean la muffa allucinogena velenosa.

Ad oggi non esiste una cura per l’ergotismo questa terribile malattia provocata dalla muffa Claviceps Purpurea, che cresce nella segale cornuta.

Più di 40.000 persone in Francia sono morte di ergotismo nei secoli.

La muffa allucinogena costrinse Pietro il Grande di Russia ad abbandonare la conquista della Turchia, perché tutta la sua cavalleria e 20.000 soldati furono colpiti da ergotismo.

Immaginatevi un intero esercito di Cosacchi che inizia a delirare, urlare di dolore e vedere fuoco e fiamme, demoni e mostri.

A Milano e Torino ci furono casi registrati di ergotismo alla fine del 700.

Nel 1951, in Francia ci fu l’ultimo caso registrato di avvelenamento da segale cornuta con parecchi morti o internati in manicomio e centinaia di persone in stati di allucinazione, psicosi suicidi e violenza.

La muffa della segale cornuta (ergot) contiene molti veleni tra cui l’acido lisergico che  poi è stato sintetizzato in laboratorio per produrre il LSD. (Dietilamide Acido Lisergico)

LSD  è una potentissima droga allucinogena, doveva essere usata per avvelenare gli acquedotti nemici in guerra.

Sappiamo come è andata a finire con la cultura psichedelica degli anni 70.

Fantasmi Visioni Demoni e Paranoie causati dalla muffa?

Recenti studi mostrano che le apparizioni di fenomeni “paranormali” come avvistamenti di mostri, giganti e demoni, non sia mai avvenuta in zone dove non crescono muffe allucinogene e nemmeno le “caccie alle streghe.”

Questi studi sono tuttora in corso, potrebbero spiegare moltissimi fenomeni ritenuti “inspiegabili” – avvistamento di fantasmi, mostri e altre visioni più o meno religiose o paranoiche.

Nelle giuste dosi la Claviceps Purpurean ha proprietà mediche (ferma emorragie, accelera il parto, provoca contrazioni muscolari).

ASPERGILLUS Flavus  la Muffa a Assassina e Cancerogena

Una muffa (Aspergillus Flavus) non è allucinogena ma è velenossisima. Causa la Peste Gialla e di varie forme di cancro.aspergillus-flavus-muffa-cancro

Si tratta di una muffa giallina che sembra carina ma è letale.

Ha causato moltissime morti nel corso dei secoli.

Non era ritenuta dannosa fino al 1960, quando in Inghilterra morirono 100.000 tacchini in circostanze misteriose.

Opera del demonio? Delle streghe? No della muffa.

Le ricerche scoprirono che la causa della strage di tacchini era l’Aspergillus flavus, la muffa si era sviluppata nel mangime.

È un potente cancerogeno, provoca il tumore al fegato ed è una muffa molto resistente, diffusa e letale.

È stata coltivata a lungo e utilizzata per produrre la salsa soia e il sakè.

La cosa più pericolosa è che può sfuggire al controllo molto facilmente.

Si sviluppa in ambienti caldo-umidi e può riprodursi in quantità letali in 24 ore.


Muffe e Allucinazioni Muffe Dannose ai Nostri Giorni.

Nella vita moderna i sintomi più comuni provocati dal contatto con le muffe sono di solito un fastidio più che una vera minaccia per la salute.

Qualcuno si domanda se certi “squilibri” e “visioni” non siano ancora dovuti al vivere in ambienti umidi e pieni di muffe.

Di solito il problema si limita ai cattivi odori, estetica rovinata, aria insalubre.

Muffa nera velenosa
Muffa nera Stachyobotrys la più dannosa e velenosa tra le muffe che infestano i muri delle case.

Ma anche allergie o possibilità di malattie respiratorie.

La maggior parte delle muffe sui muri anche se puzzano sono innocue.

Solo la muffa nera Stachyobotrys è considerata velenosa.

Le persone più sensibili come i bambini e gli anziani, chi soffre di malattie respiratorie ed asma, indebolimento del sistema immunitario risentono di più degli effetti delle muffe.

Secondo L’Organizzazione Mondiale della Sanità esiste la “sick building sindrome” cioè malattie del vivere in un luogo di lavoro o abitazione malsano, umido, scarsamente aerato e infestato dalle muffe.

Le muffe in casa possono provocare:

  • difficoltà a respirare e fiato corto;
  • congestione nasale e sinusite;
  • irritazione agli occhi; tosse secca;
  • irritazione naso o gola;
  • eruzioni cutanee o prurito.

Perché c’è un aumento di fenomeni di muffe nelle case moderne?

Una delle ragioni è senz’altro la cattiva aereazione, causata da edifici “ricoperti” di polistirolo (cappotto) e altri materiali non traspiranti e a base di plastica.

Infissi termici di alluminio, pvc a “prova di bomba” aggravano il problema della mancanza di aereazione,

Le case di costruzione recente anche in Classe A, senza aerazione corretta o ventilazione controllata soffrono tutte di eccesso di umidità e muffa.

L’attenzione negli ultimo 15 anni è andata solo sulla “coibentazione” e il risparmio energetico.

Si costruiscono case ed edifici che si scaldano con poco ma che soffrono di muffe e di climi malsani all’interno.

Un’altra ragione per la formazione di muffa sono i materiali moderni e poco costosi.

Oltre al cemento e al polistirolo si usa molto il cartongesso che è un terreno ideale per la muffa.

Il gesso racchiude l’umidità e la conserva.

Dietro le lastre di cartongesso e in superficie si formano facilmente condense e muffa.

cartongesso contro umidità
Risultato del cartongesso su una parete con umidità.

Se il cartongesso e polistirolo vengono messi contro vecchi muri umidi la frittata è fatta e la muffa assicurata.

La relazione tra muffe e allucinazioni nel mondo moderno non dovrebbe essere un problema ma non è un buon motivo per continuare a tenerle sui muri!


Hai problemi di muffa in casa?

Non sono allucinazioni, fanno schifo davvero!

Non affidarti al solito imbianchino, alla candeggina e a  pareti di cartongesso.

  • Le muffe vanno disinfestate in modo professionale prima di dare nuove pitture.
  • E si deve trovare la causa dell’eccesso di umidità e formazione di muffa per risolvere il problema per sempre.

Richiedi un sopralluogo e una diagnostica per trovare le vere cause della formazione di muffa in casa tua, per una disinfestazione professionale e la soluzione definitiva del tuo problema.

 

Rispettiamo la tua privacy e non daremo il tuo contatto ad altre ditte o call center.
Potrai cancellare o modificare i tuoi dati in qualsisi momento. Vedi privacy policy.