Home » arieggiare » Arieggiare per Eliminare Umidità di Condensa e Muffa

Stachubutri muffa nera tossica
Ingrandimento Muffa Nera Tossica. StachyoButris

Arieggiare per Eliminare Umidità di Condensa e Muffa

Per eliminare umidità di condensa e muffa in casa, una delle prime cose da fare è imparare come arieggiare correttamenete.

Casalinga non apre le finestre
La Sig.ra Maria Dice che Apre le Finestre

La “Signora Maria” (con la candeggina sempre pronta per la muffa) quando sente dire che per eliminare umidità ed evitare muffe “bisogna arieggiare”, risponde:

“Lo so! Io le apro sempre le finestre!

So benissimo che devo arieggiare casa!”

È sicurissima che sta arieggiando, e lo fa.

Solo che lo fa nel modo sbagliato.

Forse anche tu lo fai nel modo sbagliato.

Arieggiare Casa Correttamente per Eliminare Umidità:

Per la maggior parte della gente “arieggiare casa” significa una o più di queste:

  • Aprire una basculante o uno spiffero per ore o tutto il giorno;
  • Aprire finestra in camera per mezzora o più in pieno inverno;
  • Finestre aperte in estate nelle ore più calde anche negli scantinati umidi;
  • A volte non aprire per giorni interi “perché piove”;
  • Accendere la cappa in cucina che non espelle all’esterno ma “ha i filtri”;
  • Stendere la biancheria in una stanza non aerata;
  • Uscire di casa dopo la doccia mattutina col “nebbione” in bagno.

Nessuna di queste abitudini è arieggiare in modo corretto.

Tutti portano a umidità di condensa e muffa in casa.

Altre abitudini che creano umidità e muffa:
  • Usciare e lasciare le tapparelle abbassate di giorno, non fanno entrare la luce del sole. Le muffe odiano il sole perché le uccide.
  • Shock termici (es: arrivare alla sera e mettere il riscaldamento “a manetta” dopo che la casa è stata lasciata fredda tutto il giorno).

Sono abitudini comuni che causano o aumentano la formazione di muffa sui muri.


PERCHÈ BISOGNA ARIEGGIARE CASA?

Perché senza una corretta aereazione l’umidità prodotta dagli abitanti si accumula.

I batteri e lo sporco si accumulano e si favorisce la formazione di muffa perché si crea umidità di condensa.

L’umidità di condensa avviene nei punti più freddi, ma in un appartamente molto caldo e umido si può formare anche a 19 o 20° di temperatura del muro!

Le ragioni più comuni per un’eccessiva umidità in casa sono difetti di costruzione o strutturali:

  • Cappotti esterni fatti male o non traspiranti;
  • Cappotti interni di polistirolo, sughero, “contro muri per coprire muri umidi”;
  • Umidità di Risalita crea muri umidi e alta umidità ambientale;
  • Condense all’interno delle murature;
  • Isolamenti fatti male o insufficenti creano ponti termici; es gli angoli e attorno le finestre;

    Muffa nera velenosa
    Muffa nera Stachyobotrys la più dannosa e velenosa tra le muffe che infestano i muri delle case.
  • Infiltrazioni d’acqua, impianti di condizionamento o tubi non ben isolati o che perdono.

Per eliminare umidità ambientale (qualsiasi sia la causa) c’è il modo corretto di arieggiare.

Per eliminare umidità e la muffa sui muri devi capire come si forma la condensa  e l’importanza di arieggiare nel modo corretto.


COME SI FORMA LA MUFFA SUI MURI?
COSA SERVE
ARIEGGIARE PER ELIMINARE UMIDITÀ?

La muffa è una specie di fungo.

È un organismo vivente. Non è sporco da pulire.

Asperigillus muffa
Spora di Aspergillus al microscopio. Una varietà di fungo che include molte muffe incluso quelle nere che crescono sui muri delle case.

Quello che vedi è solo l’organismo cresciuto ma ci sono anche le spore invisibili sui muri.

Le spore di muffa entrano in casa e si appoggiano sui muri e oggetti.

Sono invisibili e non creano problemi.

Li creano se i muri dove si depositano diventano muri umidi.

le muffe hanno bisogno di acqua e cibo per vivere e moltiplicarsi.

Le spore di muffa hanno una enorme capacità di volare.

Possono volare su un’altra parete se le tocchi, le gratti o ci passi la spugna con la candeggina.

Quando l’umidità ambientale condensa sui muri, punti freddi si forma la muffa che riceve acqua e cresce.

Potrebbe ricevere acqua anche da un’infiltrazione.

L’umidità ambientale entra dall’esterno e soprattutto viene generata all’interno.

  • Pioggia e spruzzi che entrano in casa;
  • Tetti difettosi con infiltrazioni d’acqua;
  • Crepe nel muro e tubi rotti o male isolati;
  • L’umidità può risalire dal terreno,
  • Gli abitanti emettono molta umidità.

Si superano così i valori di confort ambientale (tra 45% e il 55% di umidità relativa.)

Specialmente nelle case i cui muri non traspirano o non hanno una buona aerazione.

Non Sottovalutare l’Umidità Creata dagli Abitanti della Casa!

In un giorno una famiglia di 4 persone emette circa 12 kg di acqua.

Se il vapore non trova una via d’uscita rimane nell’aria come umidità.

Quando l’aria è carica di umidità è facile che si formi umidità di condensa sugli oggetti o muri più freddi e meno arieggiati. (es: angoli, porte e finestre, pareti a nord, metallo ecc).

L’Umidità dell’aria condensa sui muri e oggetti che sono più freddi in superficie.

Avrai notato che una bevanda in lattina si copre di goccioline appena la togli dal frigorifero.

L’aria (che contiene acqua al suo interno) si raffredda a contatto con la superficie gelida della lattina e di conseguenza la sua capicità di trattenere acqua diminuisce.

I punti freddi nei muri e non arieggiare casa fanno raggiungere il punto di rugiada

Raggiunta una temperatura ben precisa detta “punto di rugiada” l’umidità si condensa sotto forma di goccioline d’acqua.

Di solito sono gli angoli, a volte perfino le maniglie o oggetti, o intere pareti.

L’umidità che condensa da “da bere” alle spore della muffa che possono così fiorire.

La condensazione dell’acqua sui muri è lenta e di solito avviene di notte.

Termografia Umidità Condensa e Muffa
Termografia mostra i punti più freddi e meno isolati dove si può formare umidità di condensa e muffa di conseguenza.

Nei punti di minor isolamento, o di notte quando il riscaldamento è più basso, la temperatura del muro o di un angolo può raggiungere il “punto di rugiada” e condensare l’umidità.

Con un’umidità del 70% e 22° all’interno della casa, il punto di rugiada, è 16.3 gradi.

Una temperatura facilissima da raggiungere in un angolo o muro più freddo!

La tabella sotto mostra il punto di rugiada per ogni valore di temperatura-umidità ambientale.

Tabella punto di rugiada umidità di condensa e muffa
Ad ogni temperatura e umidità che hai in casa corrisponde un punto in cui l’umidità inizia a condensarsi. Il punto di Rugiada.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Legge fisica: più umidità e temperatura sono alte e più è facile che nei punti freddi, si raggiunga il punto di rugiada dove l’umidità condensa e si forma muffa.

Riassunto: cosa crea la muffa e perché arieggiare casa:

  • Le spore della muffa sono già sui muri, anche se non le vedi!
  • Sono invisibili e teoricamente innocue.
  • A causa di umidità eccessiva in casa, l’umidità condensa nei punti freddi sotto forma di goccioline d’acqua sui muri e oggetti.
  • Il che è come “dar da bere” ai fiori e farli sbocciare.
  • Solo che non sono fiori ma funghi e a spesso sono funghi velenosi!

Arieggiare casa diminuisce l’umidità ambientale perché in inverno l’aria esterna è sempre più secca che all’interno!

Arieggiando la casa diminuisci l’umidità relativa e la temperatura del punto di rugiada.

Diventa più difficile che si formi la condensa.

Guarda la tabella sopra: con un umidità del 50% a 20° il punto di rugiada è a 9.3° –

È molto difficile che un muro anche se esposto a nord raggiunga una temperatura così bassa!

Nell’esempio con 22° e 70% di umidità il punto di rugiada è a 16.3 – facilissimo da raggiungere durante l’inverno, specialmente in qualche angolo meno isolato.

come puoi evitare che l’umidità condensi sui muRI E ELIMINARE LA muffa.

Questo ti fa capire perché arieggiare casa è una valida soluzione.

Oltre a correggere i punti termici, che in certi casì come abbiamo visto non sono per niente freddi e quindi in quei casi è SOLO questione di arieggiare casa.

Non sempre si riesce ad aerare casa correttamente “a mano”, spesso bisogna installare una ventilazione meccanica controllata.

Se la casa o la stanza non è sufficientemente calda in inverno, si dovrà fare un cappotto interno antimuffa che innalza la temperatura del muro e crea un ambiente ostile alla vita della muffa.

Il cappotto interno antimuffa è fatto di materiali traspiranti.

Non certo di cartongesso e polistirolo!

Significa che per Eliminare Umidità Devo Arieggiare in Pieno Inverno???

Certo!

Devi sempre cambiare l’aria, arieggiare casa per deumidificare il clima interno.

In inverno anche se fuori ci sono 2 gradi, nebbia e il 90% di umidità relativa – arieggia casa, spalancando le finestre per qualche minuto e più volte al giorno e il clima interno della casa migliorerà.

Fuori anche se sotto zero, c’è molta meno acqua (umidità) contenuta nell’aria che dentro casa tua dove hai 20° costanti e il 60% di umidità!

Devi arieggiare tutti i giorni e con qualsiasi tempo.

ARIEGGIARE APRENDO BENE LE FINESTRE SOLO PER POCHI MINUTI

Un’aerazione troppo prolungata può sprecare riscaldamento, raffreddare pareti e ambienti, creare l’umidità di condensa e muffa sui muri.

Bagno Umido
Il Bagno va aerato più frequentemente ogni volta che si forma umidità

In estate non ci sono problemi, si arieggia casa perché si tengono le finestre aperte.

Nelle ore più calde e umide è meglio chiudere le finestre e le tapparelle abbassate in estate.

In estate nei locali interrati, cantine, taverne tenere le finestre aperte durante il giorno aumenta l’umidità.

L’aria esterna, calda e umida, entra nei seminterrati e cantine trasportando più umidità.

Negli scantinati in estate apri solo alla mattina presto o dopo il tramonto.

Arieggiare ripetutamente per pochi minuti riduce l’umidità di condensa e muffa sui muri.

Quando produci molta umidità (bagno) devi arieggiare.

Dopo la doccia, arieggia!

Non lasciare la nebbia, andrà in camera tua che è più fredda, si condensa negli angoli e si formerà la muffa.

Acquista una piccola stazione per misurare umidità e temperatura e tieni sempre sotto controllo la situazione.

Installa in bagno un aspiratore con sensore per eliminare umidità.


Perché Arieggiare Elimina Umidità di Condensa e Muffa?

  • L’aria ha la capacità di contenere solo una certa percentuale di acqua.
  • Più aumenta la temperatura e più acqua può contenere.
  • A 30° ne può contenere molta più che a 20° o a 0°

L’acqua contenuta in un metro cubo di aria viene calcolata in grammi e si chiama “umidità assoluta”

Che non c’entra con l’umidità relativa, quella di cui si parla di solito.

Tipo il 50% di umidità (relativa).

50% di cosa?

Percentuale della quantità massima di acqua che può contenere un metro cubo di aria a quella temperatura.

Umidità relativa e assoluta.
  • Un metro cubo di aria a 20°C può contenere al massimo 17,15 grammi di vapore acqueo (umidità assoluta).
  • Umidità relativa 50% significa che contiene il 50% di 17,15 Grammi = 8.57 gr/m3.
  • Un metro cubo di aria a 0°C contiene al massimo 4,8 grammi di umidità.

Notato la differenza tra quanta acqua “ci sta” a 20° o a 0° ?

Nella tabella sotto  i valori dell’umidità massima assoluta. La quantità massima quantità in grammi di vapore acqueo che può contenere un metro cubo di aria a varie temperature.

TABELLA UMIDITÀ ASSOLUTA E TEMPERATURA DELL’ARIA

 GRADI C°      Grammi    GRADI C°      Grammi       GRADI C°      Grammi
-20                1,07          8                  8,24              19                 16,17
-10                2,28          9                  8,78              20                 17,15
-5                  3,38          10                9,36              21                 18,17
0                   4,83          11                9,96               22                 19,25
1                   5,21          12                10,61             23                 20,39
2                   5,57          13                11,28             24                 21,58
3                   5,95          14                11,99             25                 22,83
4                   6,36          15                12,74             30                 30,08
5                   6,79          16                13,53             35                 39,03
6                   7,25          17                14,37             40                 50,67
7                   7,73          18                15,25             50                 82,23


Alla temperatura di 5°C con umidità relativa del 50% l’umidità in un metro cubo di aria è di 3 grammi.

A 30°C con umidità relativa 50% il vapore acqueo contenuto è 15 grammi!

In una fredda mattina d’inverno, fuori piove o c’è nebbia, non ti viene in mente che aprendo le finestre per arieggiare casa diminuisci l’umidità ambientale.

Invece se apri per qualche minuto, fai entrare aria fredda e secca e deumidifichi la casa!

Temperatura (°C) Umidità relativa (%) Umidità assoluta (g/m3)
In casa            20                           65                               11,3
All’ esterno      5                           90                                 6,1

In inverno l’aria esterna è sempre meno umida dell’aria interna.

VMC e Aeratori con Recupero di Calore per Arieggiare Casa

Arieggiare Casa per Eliminare Umidità di Condensa e Muffa
Con un aeratore nella stanza hai sempre aria pulita filtrata e livello umidità ideale

Se sei spesso fuori casa, se non basta arieggiare “a mano” o se vuoi farlo in modo “professionale” e costante, senza raffreddare la casa e senza sprecare il riscaldamento chiamaci per installare un aeratore con recupero del calore.

Si può fare anche in una sola stanza. Come questo modello in camera da letto.

  • Senza centralizzazione, senza canalizzazione e senza lavori invasivi.
  • La VMC è la soluzione per arieggiare casa costantemente, senza perdere calore.
  • Inoltre tiene fuori pollini e polveri e espelle i cattivi odori!

UMIDITÀ CAUSATA DAGLI ABITANTI DELLA CASA

L’alta percentuale di umidità in casa, non è causata solo da condizioni atmosferiche o strutturali (perdite da tubi, tetti e grondaie o umidità di risalita)

Sono gli abitanti della casa che producono la maggior parte dell’umidità! Specialmente nelle case nuove, con infissi moderni, cappotti di polistirolo e isolamento vari.

La vita quotidiana crea molta umidità.

Ogni abitante di una casa emette circa 2 kg di vapore acqueo al giorno!

Umidità pentola
Una famiglia media di 4 persone emette nell’aria in casa 8-10 kg di vapore acqueo (umidità) al giorno.

5 kg di bucato fanno evaporare 2/3 kg di acqua in casa tua.

Quando dormi e non fai niente produci 600/800 gr. di vapore acqueo a notte!

Una famiglia media di 3 persone emette circa 8 KG di acqua al giorno in casa,  se questa acqua (umidità) non può uscire si accumula e alla fine condensa e crea muffa sui muri.

Oltre ad arieggiare casa correttamente si deve bilanciare il riscaldamento e in certi casi usare un deumidificatore per diminuire il tasso di umidità nell’aria.

RIASSUNTO: COSA FAI CONTRO LA MUFFA

  • Per eliminare umidità e muffa bisogna scoprire e risolvere le cause di umidità (umidità di risalita, infiltrazioni, ecc.);
  • Aprire le finestre e arieggiare quando produci molta umidità (bagno, lavanderia … );
  • Utilizzare aspiratori con sensore di umidità nei bagni e lavanderie;
  • La cappa aspirante in cucina va usata sempre e deve espellere all’esterno;
  • Arieggiare casa anche in inverno per pochi minuti e più volte al giorno;
  • Lasciare uno spazio di 10 cm tra i mobili e le pareti esterne.
  • Fai entrare la luce del sole in casa! La muffa la odia!
  • Evitare di asciugare il bucato in casa;
  • Evitare troppe piante, persone e animali in casa;
  • Acquista un semplice termo-igrometro e usalo per mantenere l’umidità sotto il 60%.

Con questi consigli, l’umidità di condensa e la muffa dovrebbero ridursi o sparire.

Se non è sufficiente possiamo individuare le cause del tuo problema e eliminare umidità e muffe in casa tua.

Se la situazione lo richiede, possiamo installare sensori in ogni stanza per monitorare 24 su 24 la risposta della casa alle attività degli abitanti. Temperaura, umidità, ecc.

I dati vengono analizzati per decidere i rimedi o si fanno altre verifiche con igrometri, termografie, ispezioni per infiltrazioni o umidità di risalita.

Umidità e Muffa in Antiche Dimore o Case Vecchie o Ristrutturate:

Se la casa è umida ed è anche vecchia può soffrire di umidità di risalita e infiltrazioni.

Fare un cappotto di polistirolo su muri umidi, installare finestre a taglio termico, intonaci “alla plastica” o “deumidificanti” non è mai la soluzione.

Il cappotto non serve a eliminare umidità. È molto più probabile che peggiorerai la situazione!

Quindi se vuoi eliminare umidità e muffe, prima di fare lavori a casaccio tipo:

  • Sostituire le finestre;
  • Mettere cappotti termici interni o esterni di polistirolo o cartongesso ;
  • Rivestimenti esterni di pietra;
  • Pitture e intonaci “antiumidità”;
  • Trattamenti o tinteggiature interne “anti muffa”;

RICHIEDICI UN SOPRALLUOGO SENZA IMPEGNO.

Compila il Modulo per Informazioni, Sopralluogo senza impegno o per una Diagnostica Tecnica.

 

Rispettiamo la tua privacy e non daremo il tuo contatto ad altre aziende. Vedi il link sulla nostra privacy policy. Puoi fare cancellare i dati quando vuoi semplicemente scrivendoci.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *