Antimuffa Naturale e chimico

L’antimuffa naturale non puzza di cloro. Ok ma funziona?

Esperti “muffologi” sui social promuovono miracolosi rimedi “naturali” per la muffa ma cosa c’è dentro? Come funzionano? Sono veramente “naturali”?

  • L’interesse per l’ambiente ti fa cercare soluzioni naturali per la muffa.
  • Desideri soluzioni fai da te ma hai paura di usare sostanze velenose?

Disinfestare le muffe non sempre è materia per fai da te, né da affidare al “cugino imbianchino.”

aspergillus-flavus-muffa-cancro

Secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS), il Ministero della Salute svizzero e  italiano, le muffe possono  causare allergie e danni alla salute e:

  • vanno eliminate da case e luoghi di lavoro
  • non dovrebbero essere trattate da personale incompetente
  • dopo averle rimosse deve essere eliminata la causa. (passo fondamentale)

Il “rimedio antimuffa naturale” che trovi su internet va bene solo se devi  eliminare poca muffa appena formata.


Cos’è un antimuffa naturale?

Vari siti di fai da te, esperti dotti muffologi di facebook vendono prodotti antimufa miracolosi naturali e “senza chimica” o ti spiegano i metodi per produrre un “antimuffa naturale” col “fai da te”.

Se poi vai a vedere le etichette degli ingredienti “naturali” trovi che sono tutte sostanze chimiche.

Esempio più eclatante è l’antimuffa naturale che non ti intossica come la candeggina ed è fatto con “sali di potassio” o “sali di boro” e così via. Senza nulla togliere al’efficacia di questi sali che sono usati fin dall’antichità come detergenti e antisettici ma cosa hano di naturale? Che derivano dai minerali? Che differenza c’è con la candeggina a livello di naturalità?

È solo marketing per venderti un prodotto “antimuffa” a caro prezzo quando puoi trovare i sali di boro, potassio etc a pochi euro se proprio vuoi usarli.

Riassumiamo i più famosi metodi internettiani “naturali” per eliminare muffa:

  • Mistura di: 700 ml d’acqua
    2 cucchiai di acqua ossigenata al 3%
    Due cucchiai di bicarbonato di sodio
    2 cucchiai di sale fino
  • 100 ml di alcol alimentare (cresce sugli alberi)
    15 gocce di olio essenziale di lavanda (non lo fanno in laboratorio)
  • Misture a base Olio di Tea Tree o oli essenziali
    100 ml di aceto di vino bianco + 15 gocce Olio di Tea Tree
  • 100 ml di aceto di vino bianco, 100 ml di acqua di rubinetto 10 gocce di olio essenziale di lavanda, 10 gocce di Tea Tree Oil, 5 gocce di olio essenziale di limone
  • 200 ml di acqua di rubinetto, 200 ml di aceto di mele, 15 gocce di olio essenziale di manuka, 10 gocce di olio essenziale di cannella
  • 50 grammi di bicarbonato di sodio, 10 gocce di Tea Tree Oil, 1 cucchiaino di detersivo per i piatti, Acqua
  • Miscuglio di aceto e bicarbonato (il peggiore – bufala) e variante con sale limone e manca solo la “coda di maiale”. Il bicarbonato non fa proprio niente e con l’aceto si neutralizza emettendo una bella schiuma di CO2 e così credi che sia efficace.
  • Poi ci sono le lampade al sale e i “rimedi della nonna”.
candegina varecchina antimuffa
La varecchina o candeggina è ipoclorito di sodio. Il potere disinfettante è dato dal cloro. La diluizione attuale della candeggina dei supermercati può andare dal 1% al 15% (più spesso è il 2-3% con aggiunta di profumo) – La “varechina” era molto concentrata.

In realtà il “rimedio antimuffa della nonna” era la candeggina che al tempo si chiamava varechina = ipoclorito di sodio ben concentrato. Uno dei più potenti e famosi disinfettanti. Tuttora usato in tutti i laboratori chimici e biologici sia per i batteri che per le muffe.
La varechina era più concentrata e potente della candeggina che trovi adesso al supermercato e non profumata.


L’ antimuffa naturale funziona?

Cattiva notizia: i rimedi internettiani per eliminare la muffa di solito non funzionano.

Considera che un trattamento disinfestante professionale per la muffa richiede ore di applicazione. Rimozione fisica (grattare!) e poi riapplicazione del prodotto.

Possibile che una passata di candeggina o di “antimuffa naturale” siano sufficienti?

L’antimuffa naturale confezionato e promosso sui social è “naturale” solo per marketing. Contiene sostanze chimiche.
Per catturare la tua attenzione ecologica o se non ha funzionato la candeggina ti catturano con la pubblicità che punta al naturale. Non puzza! Non ti avveleni! Salvi l’ambiente…

Cosa contiene l’antimuffa naturale confezionato e “brevettato” e che costa 10 volte la candeggina?

Contiene sali di boro (un metodo antichissimo e chimico di antimuffa o disinfettante) oppure sali di potassio (altrettanto chimico e noto).

Solo che non puzza di cloro e allora sembra naturale. Se poi gli aggiungono qualche essenza il gioco è fatto e lo paghi 50€ di mezzo litro ma se ti compri i sali di boro o potassio in farmacia o su internet con 40€ ne compri dei chili.

Perché non funziona l’antimuffa naturale?

  1. I sali di boro e potassio o i rimedi descritti sopra sono meno efficaci della candeggina o dei disinfettanti e detergenti chimici per la muffa. (Che sono innocui se usati correttamente e non inquinano – il cloro viene usato anche nell’acqua potabile!)
  2. Non viene risolto il motivo per cui si forma la muffa
  3. La muffa viene solo sbiancata e pulita superficialmente. Le spore invisibili rimangono. Per di più, toccandole, passando stracci ecc. volano ovunque e si diffondono.

Non fa nessuna differenza se usi candeggina, spray del colorificio o un “antimuffa naturale”. Anzi è meglio se usi la candeggina, tanto qualsiasi cosa ci sia nell’antimuffa naturale che lo fa funzionare sarebbe una molecola chimica.

IMPORTANTE: Se hai solo un po’ di muffa va bene qualsiasi rimedio. Devi solo levarla al più presto e non lasciarla espandere.

Se invece hai muffa estesa o che continua a riformarsi, nessun fai da te o antimuffa naturale del blog “mamme naturali” funzionerà. E con quello “brevettato” dall’ex imbianchino che adesso è dottore muffologo spendi un sacco di soldi per un prodotto che non è nemmeno naturale!

Solo eliminando la causa, la muffa scompare e non si riforma.


Esiste un antimuffa naturale o chimico efficace e definitivo?

La risposta è NO. Sopratutto se parliamo degli intrugli descritti sopra.

Nemmeno un antimuffa chimico può essere considerato “definitivo.”

In commercio esistono ottimi disinfestanti chimici per uso professionale e ottimi pulitori muffa fai da te.

Es: Naturalia Bau produce un pulitore e antimuffa in 2 parti.

Ottimo se ami soluzioni bio o se ci sono bambini o per pulire i mobili senza aggredirli con sostanze chimiche.  

  • La prima parte serve a togliere la muffa.
  • La seconda è un antibiotico per prevenire la formazione della muffa.

Il prodotto funziona ed è duraturo, sopratutto se poi dai la pittura di grassello di calce naturale contenuta nel kit.

Ma attenzione: non si può dire che sia un rimedio definitivo per la muffa.

Dipende da cosa causa la muffa.

applicazione di cappotto interno antimuffa in pannelli di silicato di calcio e calce naturale

Infatti la stessa ditta che lo produce lo consiglia come parte di un sistema definitivo che prevede:

  • spray pulitore muffa e antibatterico naturale
  • cappotto traspirante antimuffa naturale in calce e fibra
  • intonaco e finitura in calce idraulica naturale
  • pittura antimuffa in grassello di calce idraulica naturale
  • verifica infiltrazioni, perdite da tubi e umidità di risalita.

E ovviamente la cosa più importante è tenere l’umidità a livelli normali e quindi la corretta aereazione dei locali.


Cappotto interno antimuffa traspirante naturale

Una soluzione efficace per la muffa è risolvere i ponti termici dove si forma la muffa o la condensa in inverno.

Le pareti fredde o angoli freddi soggette a muffa. Applicando un cappotto interno traspirante si risolve il problema della muffa e si migliora anche l’isolamento e il riscaldamento della stanza.

Sequenza del cappotto interno antimuffa:

Il cappotto si può eseguire solo dopo aver disinfestato e rimosso le muffe e le spore ed eliminato qualsiasi infiltrazione o causa di muro umido. Se necessario usare essicazione forzata delle murature.

  • Applicazione di pannelli minerali isolanti, traspiranti, a capillarità attiva, alcalini e antimuffa con malta traspirante dalle stesse caratteristiche di traspirabilità, alcalinità ecc.
  • Rasatura e finitura con intonaco traspirante alcalino
  • Pittura antimuffa traspirante alcalina.
  • Istruzioni per arieggiare correttamente o installazione di Ventilazione Meccanica come necessario.

Con questo cappotto interno antimuffa (che noi eseguiamo di routine) hai garanzia di risultato al 100% – ed è un metodo antimuffa naturale.


Il segreto per eliminare la muffa è trovare E RISOLVERE la causa.

La risoluzione della causa della muffa è la cosa che conta di più.

È qui si che vede il vero esperto o il dilettante.

Un cappotto interno antimuffa, che abbiamo descritto sopra elimina la muffa definitivamente solo se la causa erano le pareti fredde.

Se la causa era un’altra, cappotto o pitture termiche o antimuffa non funzioneranno.

Esempio: Se la causa della muffa sono: scarsa ventilazione, infiltrazioni d’acqua, umidità di risalita ecc. bisogna risolvere prima quelli.

Muffa nelle case nuove con cappotto – anche in Classe A

Nelle case nuove la muffa di solito si forma perché sono troppo coibentate e manca l’aereazione.

In una casa nuova in classe A o B o con un cappotto esterno fatto bene non serve aggiungere un cappotto o pareti di cartongesso all’interno.

Molte case moderne sono scatole di cemento e polistirolo con finestre tipo “portellone della NASA” dove non entra e non esce un filo di aria.

L’umidità si accumula eccessivamente nei locali formando condensa e muffa.

Quindi non serve la pittura termica antimuffa o altri isolamenti.

In tal caso l’unico antimuffa naturale è l’aria!

Non “googlare “antimuffa naturale , rimedi fai da te per la muffa – basta arieggiare correttamente, installa una cappa aspirante in cucina che espelle all’esterno. Richiedi la nostra guida gratuita che spiega come evitare la muffa arieggiando. Il rimedio naturale N. 1 per la muffa!

Se necessario installa un aeratore con recupero di calore o VMC.


Riscaldare Arieggiare Pulire sono i Veri Antimuffa Naturali

Eliminando le cause per cui si forma, la muffa sparisce naturalmente.

In inverno bisogna riscaldare e arieggiare la casa correttamente, regolarmente e uniformemente.

Senza chock termici.

Alcune abitudini “innaturali” che causano la formazione di muffa.

  • Lasciare la casa fredda e chiusa di giorno e poi alzare il riscaldamento al massimo al rientro la sera.
  • Fare la “nebbia” in bagno, poi uscire di casa e non arieggiare.
  • Stendere il bucato in casa, bollire ecc.
  • Lasciare le tapparelle abbassate tutto il giorno e la casa chiusa e fredda per giornate intere.
  • Avere una stanza caldissima con la stufa a pellet ecc. e altre stanze molto più fredde.
  • Lasciare vestiti sporchi, anche nelle ceste, o cibo sul tavolo, scarpe sporche di fango, biancheria bagnata dall’ultima partita di calcio ecc.
  • Lasciare aperto una basculante o finestra per ore in inverno.

Le muffe hanno bisogno di acqua (umidità) e cibo.

L’acqua la prendono dall’umidità di condensa e cosa credi che mangino le muffe?

Batteri e residui organici (come pellicine, polveri, o sporco sul muro) cellulosa (ecco perché il cartongesso lo adorano e come antimuffa non serve.)

Se anche correggendo queste abitudini, la muffa persiste è il momento di chiamare un esperto.


Diagnostica e sopralluogo per trovare le cause dell’umidità e muffa in casa

Ogni casa ha i suoi problemi e le giuste soluzioni.

Non c’è un rimedio naturale, macchinario o pittura che vada bene per tutti.

Abbiamo visto che per risolvere la muffa sui muri la prima cosa è trovare la causa.

Un sopralluogo tecnico di un esperto con la strumentazione adatta.

A volte è necessario usare sensori termo igrometrici per una o due settimane per registrare la risposta della casa alle attività degli abitanti.

Come minimo bisogna misurare le temperature e umidità dei muri e dell’aria.

Le termografie delle pareti sono indispensabili in questi casi.

La ricerca di infiltrazioni.

L’umidità e la formazione di muffa sono fenomeni naturali conosciuti, possono essere misurati.

Possiamo prevedere a che temperatura o condizioni si formerà la condensa e quindi evitarla.

Quella è la vera soluzione “naturale” alla muffa. Evitare che si formi.


Falsi Esperti e Venditori di Soluzioni per muffa

Oltre agli inutili rimedi “fai da te” che trovi su internet, ci sono gli “esperti.”

Arrivano, danno un’occhiata in giro e dicono “la soluzione è questa macchina, o questa pittura ecc. firma oggi che c’è lo sconto.”

Questi sono solo venditori non sono esperti.

Hanno una “soluzione prefabbricata” da vendere a tutti ancora prima di vedere!

Si va dal classico parete di polistirolo e cartongesso, ai leggendari buchi nei muri fino a macchinari strani o pitture fantascientifiche che fanno cose incredibili.

Altri esperti di umidità ti chiedono 1500€ solo per dirti qual è il problema. Ma non lo risolvono. Ti consigliano.

Se non funziona ti dicono cosa hanno sbagliato “gli altri.”

Affidati a chi ti fa la diagnostica e contemporaneamente ti risolve il problema.

Risparmi soldi e hai un unico responsabile di ottenere il risultato.


Qual è rimedio antimuffa più naturale ed efficace?

Esistono dei metodi efficaci di eliminare la muffa naturali anche se fatti da macchine.

Uno di questi è l’aerazione. La Ventilazione Meccanica Controllata.

È una soluzione naturale dato che usa solo aria e migliora il clima interno della casa.

aeratore con recupero di calore aerotube
Nuovo aeratore con recupero di calore Aerotube Siegenia

Nelle case nuove o con cappotto e vetri termici i problemi di muffa sono causati 90% da cattiva circolazione dell’aria.

Muratori o imbianchini lo intuiscono e ti propongono idee strane tipo “fori per far circolare l’aria.”

Cosa serve avere case che si riscaldano in fretta per risparmiare se poi le devi bucare e far entrare il freddo?

La soluzione è installare macchine che arieggiano e fanno entrare aria più secca, pulita, filtrata e riscaldata in inverno.

Aeratori con recupero del calore non consumano energia per riscaldare l’aria in entrata.

Recuperano il calore mentre espellono l’aria viziata calda e umida. Sono ecologici.

ventilazione meccanica controllata da parete o centralizzata: un antimuffa naturale.

Arieggiando correttamente si elimina l’umidità in eccesso e la muffa non può più vivere.

Se la stanza dove si forma la muffa non è ben riscaldata, è fredda, ha un’infiltrazione, o ponti termici (punti meno isolati e quindi più freddi in inverno) – l’aerazione meccanica non è la soluzione.

Bisogna correggere i ponti termici con un cappotto interno o esterno, ma non polistirolo e cartongesso!

Quando le temperature interne ed esterne sono simili, fuori è umido, o stendi il bucato, l’unico modo di abbassare l’umidità è usare un deumidificatore elettrico.

Inutile cercare la soluzione naturale perché in quel caso non esiste.


la disinfestazione muffe con le microonde.
microonde per eliminare muffa
Le microonde oltre ad eliminare le muffe fanno evaporare l’umidità nel muro.

Le microonde uccidono muffa, acari, insetti, tarli, incluso spore e uova di insetti, senza sostanze chimiche, senza insetticidi. In pochi minuti.

Le macchine a microonde si appoggiano sul muro umido o con muffa o sulla trave di legno.

Disinfestano la muffa con il calore.

Evapora l’umidità dal muro o legno senza intaccare le parti asciutte.

È un’antimuffa naturale anche se fatto con una macchina.

Correggere ponti termici per risolvere la muffa IN MODO NATURALE.

Risolvere i ponti termici di una casa è un metodo naturale per eliminare la muffa.

cappotto-silicato-di-calcio-antimuffa-naturale
Cappotto in silicato di calcio

Aumenta l’isolamento della casa e la temperatura del muro.
Eliminando la formazione di condensa, questo si ottiene con un cappotto esterno ben eseguito, possibilmente di materiali traspiranti e naturali e non di polistirolo.

Se non si può fare il cappotto esterno si posa un cappotto interno antimuffa per isolare solo le pareti più fredde, angoli, bordi finestre ecc dove si formano le muffe utilizzando pannelli traspiranti.

Esempio: Pannelli di silicato di calcio.

Alzano la temperatura della parete, sono traspiranti, assorbono umidità e creano un terreno alcalino dove la muffa non può vivere.

aerogel-cappotto-interno-antimuffa
Aerogel con sughero

Esistono molti materiali che si possono usare per fare un cappotto interno naturale e traspirante.

  • Calce e fibre
  • sughero,
  • calce e canapa,
  • aerogel,
  • silicato di calcio,
  • fibre di legno ecc.

Si possono anche fare insufflaggi nelle intercapedini delle pareti o sottotetti, anche in questo caso si possono usare materiali naturali invece che il poliuretano.

Il polistirolo e il cartongesso non vanno mai usati su muri umidi, muffa e umidità di risalita.


Altri rimedi naturali per la muffa.

Un altro naturale antimuffa sono gli intonaci, gli stucchi e le pitture di calce idraulica naturale.

Invece di usare cemento e gesso usare:

  • Stabilitura di calce idraulica naturale,
  • Stucco veneziano,
  • Tonachini,
  • Pitture di latte o grassello di calce,
  • Pitture ai silicati

Tutti prodotti traspiranti, naturali, alcalini che fanno da antimuffa naturale.


CERCARE SUL WEB i rimedi fai da te E ANTIMUFFA NATURALE non serve

Invece di cercare su google “rimedi naturali antimuffa” perché non cercare “rimedio definitivo muffa”?

Per maggiori informazioni o per una soluzione duratura o definitiva per il tuo problema specifico di umidità e muffa:

CONTATTACI COMPILANDO IL MODULO SOTTO:

Nota: Rispettiamo la tua privacy. Non daremo il tuo contatto ad altre ditte o call center. Lo useremo solo per inviarti le nostre risposte e novità e potrai cancellare o modificare i dati in qualsiasi momento.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *