umidità di risalita deumidificatore

Il deumidificatore è un elettrodomestico molto utile per diminuire l’eccesso di umidità ambientale (es: sopra al 60%).

Eccesso di umidità che provoca muffe, condense, danni alle murature e alla salute.

A volte le case soffrono di umidità di risalita o di infiltrazioni.

In questo caso un deumidificatore può avere effetti collaterali indesiderati.

Scopri perchè in questo articolo.

Tipi di deumidificatore

Deumidificatore a sali.

Il modello “casalingo” è descritto in tutti i siti di “fai da te” o sulla casa.sale assorbe umidità

Devi mettere sale da cucina nelle bottiglie, calze o fagotti.

Il sale assorbe umidità dall’aria e contribuisce (leggermente) a diminuirla.

Se posto davanti ad una finestra può aiutare ad eliminare la condensa.

Ovviamente non è un vero deumidificatore.

Non aspettarti che succeda granché con questi deumdificatori casalinghi.

Se la casa è molto umida, c’è muffa o umidità di risalita non farà niente.

La versione più evoluta di questo sistema si trova al supermercato:

Scatolette deumidificanti a sali

deumidificatore-scatoletta

Contengono un sale di calcio che assorbe umidità, molto più del sale da cucina.

  • Assorbendo acqua (umidità) dall’ambiente si scioglie e cola in una vaschetta.
  • Il liquido che si produce non è il massimo per l’ambiente. Non dovresti gettarlo nello scarico.
  • Può essere usato come diserbante o per sciogliere il ghiaccio in inverno.

Le scatolette deumidificanti vanno bene per piccoli spazi, uno sgabuzzino ma non fanno molto in un soggiorno o camera da letto.

Questi deumicatori in scatola fanno poco e soprattuto non fanno proprio niente all’umidità di risalita.

Per chi cerca una versione più estetica new age ecologica:

Lampade di sale

lamapada di sale per deumidificatore ariaÈ lo stesso principio del sale che assorbe umidità.

Queste lampade emettono anche una luce soffusa e si dice che abbiano altre proprietà oltre a deumidificare.

Come la versione casalinga e chimica anche le lampade a sale non sono efficaci se hai problemi di umidità ambientale.

Non fanno niente per l’umidità di risalita.


Deumidificatori Elettrici

Ultimi ma non i peggiori sono i deumidificatori elettrici che ormai sono macchine piuttosto sofisticate e performanti.

Ce ne sono di vari tipi: a secco e a condensazione. Fissi e portatili.

Quelli fissi stanno sul muro e di solito sono anche condizionatori o climatizzatori.

La loro funzione “deumidificatore” non è come quella di una deumidificatore elettrico che fa solo quello e di solito si usano solo in estate.

In questo articolo non ci occupiamo dei modelli fissi e dei condizionatori d’aria. In ogni caso non funzionano per l’umidità di risalita e nemmeno per umidità ambientale in inverno.

Per approfondire il soggetto aerazione/deumidificazione vedi ventilazione meccanica controllata centralizzata.

Deumidificatori elettrici a secco

gel di silice deumidificanteL’aria umida è aspirata e spinta da una ventola contro un sale che assorbe molto l’umidità.

Di solito sono palline di gel di silice, quelle che trovi in piccole bustine con per proteggere dall’umidità i materiali elettronici.


Il deumidificatore a condensazione.

Sono i deumidificatori più comuni e performanti.deumidificatore elettrico

Diminuiscono il tasso di umidità facendo condensare il vapore acqueo che c’è nell’aria.

  • Si fa “scontrare” l’aria umidità con una superficie molto fredda e si condensa.
  • Come quando si forma la condensa sui vetri freddi o apri la porta del frigo in estate e si bagnano le lattine ghiacciate.
  • All’interno del deumidificatore c’è un gas che viene compresso e raffreddato.
  • L’aria umida è spinta contro il contenitore freddo e condensa, formando gocce che diventano litri di acqua.
  • L’acqua viene raccolta in una vaschetta o diretta nello scarico.

Ci sono molti modelli di deumidificatori domestici con diverse potenze refrigeranti e dimensioni della vaschetta.

Occhio alle manopoline varie.

Rotelle e meccanismo vaschetta estraibile.

Sono i punti più soggetti a rottura.

Verifica che siano robuste e che ci sia una funzione “veloce” o “dry” da usare ad esempio quando ci sono panni stesi da asciugare o alta umidità.

Un’altra funzione da verificare è quella del risparmio energetico da usare in condizioni normali.

I migliori modelli hanno un igrometro incorporato.

Termoigrometro da casa
Piccola stazione per controllare l’umidità ambientale. Misura Umidità Relativa, Temperatura e Punto di Rugiada (condensa).
Registra le medie, minime e massime. Un allarme regolabile segnala il superamento dei limiti di umidità.

Oppure ne puoi acquistare uno a poche decine di euro. Vedi foto.

Da ultimo ma non meno importante la rumorosità.

La maggior parte non è adatta in camera da letto.

Meglio spendere un po’ di più ed avere un modello silenzioso e che consuma meno.

Ma per deumidificare in inverno non c’è niente di meglio di una ventilazione meccanica controllata che se è di qualità sarà silenziosissima.


Quanto costa un deumidificatore dell’ARIA?

Un “fai da te” col sale costa pochi euro.

Le scatolette chimiche una decina di euro, i ricambi 2-4€

Le lampade a sale dai 15 ai 50€

I deumidificatori a secco costano meno di quelli a condensazione.

Di solito sono meno efficaci e hanno vaschette più piccole.

Sono però più silenziosi e più adatti alla camera da letto.

Un buon deumidificatore a condensazione domestico costa 3-500€.

Un deumidificatore industriale o professionale o da cantienre costa molto di più anche migliaia di euro.

Se devi usare un deumidificatore in ambienti freddi tipo interrati non riscaldati devi usare un modello con riscaldamento incorporato altrimenti si bloccherà.


Deumidificatori industriali o da cantiere

Sono potenti ma anche costosi e rumorosi non è il caso di acquistarli per un appartamento.

È possibile noleggiarli da una ditta specializzata per il periodo che serve in cantiere. (contattaci)

Ad esempio per asciugare più velocemente un intonaco bagnato, un massetto ecc.

Le versioni industriali hanno una grande capacità e velocità di deumidificazione.deumidificatore industriale

Possono funzionare molte ore mandando scaricando molti litri d’acqua al giorno.

Un deumidificatore industriale consuma energia ed è usato per asciugare ambienti molto umidi o bagnati a causa di un allagamento, lavori edili ecc.

Alcuni modelli hanno anche un riscaldatore che produce calore per asciugare più velocemente. In tal caso il consumo è molto elevato.

Oppure un refrigeratore in estate.

I riscaldatori ventilatori o raffreddatori esistono anche separati. riscaldatore elettrico per deumidificare

Il riscaldatore alza la temperatura facendo evaporare più velocemente l’umidità dal muro bagnato.

Contemporaneamente il deumidificatore condensa e raccoglie l’umidità o la espelle nello scarico.

  • Un locale che ha subito un allagamento si può asciugare molto più velocemente con questi apparecchi.
  • La deumidificazione “naturale” potrebbe richiedere mesi o anche anni (dipende dall’allagamento, dal meteo e dall’ambiente).
  • Nel frattempo si formeranno muffe, intonaci e pitture che si scrostano.
  • Per accelerare la deumidificazione dopo un allagamento si può usare anche la deumidificazione a microonde, e a raggi IR, da sola o assieme ai deumidificatori. Contattaci se hai subito un allagamento.

Umidità di condensa e deumidificatore

L’uso del deumidificatore elettrico per eliminare l’umidità ambientale in eccesso è funzionale ma non è una soluzione definitiva ed è anche costoso.

Se a tua casa soffre di troppa umidità, condensa e formazione di muffe durante l’inverno è possibile che la causa sia una di queste:

a) Infiltrazioni

b) Ponti termici (punti più freddi e meno isolati nelle pareti, angoli, attorno a finestre ecc).

c) Cattiva o scarsa aerazione, specialmente nelle case moderne e con cappotto di polistirolo e infissi termici.

d) Troppi strati di pitture non traspiranti.

Se hai sempre umidità, condensa e muffe richiedici un sopralluogo tecnico per trovare la causa e il giusto rimedio.

Il deumidificatore va benissimo per diminuire l’umidità e migliorare il clima temporaneamente, soprattutto in quei periodi in cui le temperature tra interno ed esterno non sono molto diverse. In quei giorni di metà stagione anche arieggiare produce scarsi miglioramenti e l’unica soluzione efficace è accendere un deumidificatore elettrico.

Durante l’inverno invece si dovrebbe agire su riscaldamento, isolamento delel murature e corretta aerazione dei locali.

E usare il deumidificatore meno possibile.

I metodi per risolvere l’umidità di condensa in casa includono:
  • disinfestare e tenere pulito
  • riscaldare
  • isolare
  • raffreddare
  • arieggiare
  • deumidificare

Tecnologie che vanno usate tutte ma solo quando servono.


Umidità di risalita e deumidificatore

Usare un deumidificatore di qualsiasi tipo in presenza di umidità di risalita può avere effetti collaterali spiacevoli.

Perché?

Vediamo cos’è l’umidità di risalita, senza entrare in spiegazioni tecniche.

Non sono tutti d’accordo su come faccia l’acqua a risalire sui muri.

L’umidità di risalita è il comportamento dell’acqua a contatto con le murature.

L’umidità risale verso l’alto.

Come un biscotto appoggiato nel latte, s’inzuppa, sale e si sgretola.

  • Un muro di mattoni nel terreno senza un isolamento “puccia” acqua dal terreno e l’umidità risale su per il muro.
  • Fino a qualche decennio fa tutte le murature erano affondate direttamente nel terreno.
  • Le fondazioni non erano isolate o avevano isolamenti che col tempo si sono corrosi.
  • Il risultato è che l’acqua risale dal terreno. Vincendo la forza di gravità.

Anche se un muro è ben isolato, quando viene colpito da acqua (ad esempio un tubo rotto o infiltrazione dal marciapiede) l’acqua risale lungo il muro.

Chiamiamo umidità di risalita solo quella che arriva dal terreno e risale in alto i muri.

Alcune persone, tecnici e profani confondono altri tipi di umidità con l’umidità di risalita, solo perché l’umidità “risale” non significa che viene dal terreno.

Per maggiori informazioni sui vari tipi di umidità clicca qui.


Deumidificatore e risalita dell’umidità.

Perché non si dovrebbe usare un deumidificatore per l’umidità di risalita?

Il deumidificatore diminuisce l’umidità ambientale e migliora il clima.

Appena il clima diventa più secco, altra umidità risalirà dal terreno e poi evaporerà dal muro umido.

Entrando in casa farà di nuovo aumentare l’umidità ambientale.

Che il deumidificatore farà condensare nella vaschetta.

E il ciclo si ripete continuamente.

A parte il consumo continuo di elettricità che cosa succederà nel muro?

Se il muro era bagnato per un’infiltrazione o allagamento ad un certo punto l’acqua finisce ed il muro è asciutto.

Ma se l’umidità arriva dal terreno (umidità di risalita) attraverso le murature non finirà mai e continuerà ad arrivarne, peggiorando la situazione.

Si crea continuo afflusso di acqua che sale dal terreno arriva in superficie dell’intonaco, evapora, viene eliminata e così via.

Se normalmente salirebbero X litri di acqua in un giorno, usando un deumidificatore ne risaliranno molti di più.

umidità di risalita deumidificatore
I sali evaporando rompono intonaci e pitture. Con il deumidificatore il processo si accelera attirando nuova umidità e nuovi sali dal terreno.

L’acqua risalendo dal terreno si porta dietro dei sali.

Sali che trova nel terreno e nei materiali.

Quando l’umidità evapora dal muro, i sali cristallizzano e rompono l’intonaco; fuoriesce quella tipica barbetta bianca e salata.

Poiché sono i sali che rompono il muro e non l’umidità, attirando continuamente acqua dal terreno si continua a far cristallizzare i sali ed degradare sempre più l’intonaco e le pitture, finché si cominciano a degradare le murature stesse.

Si chiama “effetto stoppino”. Come la candela che quando brucia continua a “aspirare” altra cera da bruciare.

È una delle tre caratteristiche dell’umidità di risalita.

È giusto usare il deumidificatore con umidità di risalita?

Certi siti o esperti dicono che non devi mai usarlo.

Non è vero.

Devi solo sapere come usarlo.

Usandolo avrai il vantaggio di diminuire l’umidità ambientale e avere un clima migliore e meno umido in casa. 

E tre svantaggi:

  • Consumi un sacco di corrente
  • Devi continuamente svuotare le vaschette
  • Il muro si degrada molto più velocemente per effetto dei sali.

COSA SI DEVE FARE PER L’UMIDITÀ DI RISALITA?

Se c’è umidità di risalita puoi usare un deumdificatore solo dopo che hai “fermato” la risalita. E se la fermi, col tempo non ci sarà più bisogno neanche del deumidificatore.

Per risolvere l’umidità di risalita ci sono barriere di tipo invasivo e non.

In case normali e già abitate preferiamo usare metodi non invasivi e barriere invisibili come l’inversione di polarità.

Se ti è piaciuto questo articolo per favore condividilo.


HAI PROBLEMI DI UMIDITÀ IN CASA?

MUFFA SUI MURI?

UMIDITÀ DI RISALITA?

HAI AVUTO UN ALLAGAMENTO O INFILTRAZIONE?

La prima cosa è scoprire la vera causa dell’umidità altrimenti ognuno ti dirà una cosa diversa e la sua “soluzione”, rischi di spendere soldi senza risolvere.

RICHIEDI UN SOPRALLUOGO O PREVENTIVO


PRIVACY: Rispettiamo la tua privacy. Non daremo il tuo contatto ad altre ditte o call center. Puoi far cancellare o modificare i dati quando vuoi solamente richiedendolo. Verifica anche privacy policy.