risanamento-cantina-sasso

Risanare scantinati umidi:
un po’ arte, un po’ scienza.

In molte case è presente uno scantinato umido, una taverna o una cantina interrata che potrebbe essere risanata.

La domanda è: come fai a non buttare via i soldi, come puoi ottenere risultati duraturi nel risanare scantinati umidi?

  • Hai un seminterrato, taverna o cantina umida da risanare?
  • Umidità di risalita in taverna?
  • Scantinato o taverna umida con pareti contro terra?
  • Intonaci che continuano a scrostarsi nel seminterrato?
  • Odore di umido e muffa nella taverna o scantinato?
  • Devi risanare scantinati umidi?

Conviene ristrutturare taverne, cantine e seminterrati o risanare scantinati umidi?

Risanare scantinati umidi può essere costoso e se non vuoi buttare via i soldi non è un lavoro da affidare al solito “cugino imbianchino.”

La classica “parete di cartongesso” nei seminterrati è un sicuro disastro.

Serve solo a nascondere l’umidità e quello che succede dietro non devi saperlo, ma lo sentirai presto!

Se hai uno scantinato in centro città, dopo una ristrutturazione acquista molto più valore e lo puoi usare.

In tal caso conviene investirci denaro, deumidificare e risanare i muri umidi.

Se la “location” ha poco valore potrebbe costare più la ristrutturazione che lo scantinato stesso.

In questo caso si possono attuare soluzioni parziali che ti permettano di utilizzarlo al meglio senza spendere troppo.

La cosa più importante è “conoscere prima di agire.”

La classica “rasatura di intonaco speciale anti umido” o la “parete in cartongesso” che di solito consiglia il cugino imbianchino, o il muratore “di fiducia” non serve a niente in un seminterrato umido.

Idem i soliti “fori per arieggiare.”

Per non parlare del mitico “vespaio con gli iglù”. Il vespaio nn fa niente ai muri, specialmente in un interrato. E le soluzioni che si inventano per “arieggiarlo” sono da film dell’orrore.

Butterai solo via soldi.

Dopo un po’ ci sono i funghi dietro la parete di cartongesso e l’ambiente puzza ancora di più di muffa e di cantina.


Come risanare scantinati umidi?

Abbiamo già parlato dei diversi tipi di umidità e come ognuno necessiti di una soluzione diversa.

In uno scantinato, come minimo ci sono 3 tipi di umidità.

E bisogna risolverle contemporanemente.

Non coprirle in qualche modo e sperare che duri.

In giro si vedono principalmente lavori che “coprono” l’umidità e la nascondono peggiorando le cose.

risanare scantinati umidi con polistirolo
Effetti del polistirolo sui muri umidi

Esempio: contro pareti di cartongesso o tavelle davanti ai muri umidi.

Esempio horror: pannelli di polistirolo sopra i muri umidi.


La prima cosa è individuare tutte le sorgenti di umidità nello scantinato o taverna umida e la loro quantità.

risanare-scantinati-umidi-termo

Per farlo servono gli strumenti. Non si fa ad occhio.

Verifiche. Diagnostiche. Dati misurabili.

Igrometri, termocamere, ecc.

Chi entra nel seminterrato umido, dà un’occhiata e dice “ghe pensi mi, bisogna fare il vespaio…”

Di solito nasconde il problema con qualche prodotto di moda in quel momento.

Tipiche soluzioni che non servono e vengono consigliate: “bisogna fare una contro parete di tavelloni” o un “foro di aereazione” – “mettiamo il perlinato” “una bella parete di cartongesso con dentro polistirolo (o la lana di roccia) e sei a posto.”

E poi c’è il sempreverde “devi fare il vespaio.”

Cosa c’entra il vespaio con i muri umidi, per di più se sono contro la terra?

Abbiamo visto molti vespai “aerati” sottoterra e naturalmente non erano aerati…


Regole per risanare uno scantinato umido.

  • Nascondere il muro umido o l’umidità peggiora le cose. Cappotti e pareti di polistirolo e cartongesso non si devono MAI usare sui muri umidi e nei seminterrati.
  • I fori di “aereazione” fanno entrare freddo in inverno e umido in estate e non hanno mai funzionato per risolvere l’umidità. Causano umidità di condensa.
  • Se hai umidità di risalita, non devi fare nessun intonaco cappotto o contro parete non traspirante.
  • In una parete contro terra, non isolata all’esterno nessuno sa cosa succede dietro quando piove. Coprirla con polistirolo o altri sistemi non è la soluzione.
  • L’umidità ambientale deve poter uscire dallo scantinato o taverna. L’aerazione e il riscaldamento vanno progettati correttamente.
  • Lasciare le finestre aperte in estate, peggiora le cose. (aria calda umida entra e si condensa sulle pareti più fredde dello scantinato)

Come risanare scantinati umidi?

Per risanare scantinati umidi, una taverna o una cantina umida ci sono varie fasi da seguire per avere risultati concreti e duraturi.

  1. Individuare tutti i tipi di umidità presenti nello scantinato.

Questo fa vatto con un sopralluogo tecnico che potrebbe estendersi in una diagnostica strumentale fino a che non si è certi di averli individuati tutti.

Potresti avere:

  • Umidità di risalita
  • Spinta laterale contro terra
  • Sali = Umidità igroscopica
  • Umidità ambientale e condensa
  • Condensa Interstiziale
  • Umidità causata da infiltrazioni
  • Altro (vedi 12 tipi di umidità)

Quelle elencate sono quelle più probabilmente presenti.

  1. Risolvere un’umidità alla volta nella giusta sequenza.

Adesso che sappiamo e abbiamo misurato i vari tipi di umidità stendiamo un programma per risanare lo scantinato umido nella giusta sequenza.

a) Se c’è umidità di risalita, si deve interrompere e risolverla. Ad esempio con un dispositivo d’inversione di polarità delle molecole d’acqua che risalgono il muro dalle fondamenta.

ecoosmosi-elettrosmosiCi sono vari dispositivi di inversione di polarità alimentati ad elettricità che emettono onde elettromagnetiche o l’elettrosmosi, che negli scantinati vanno benissimo e sono meno costosi di altri sistemi.

b) L’altra parte fondamentale è l’umidità di spinta laterale. O controspinta.

Si tratta di umidità che arriva di lato dal terreno. I dispositivi d’inversione di polarità hanno un’efficacia parziale su questo tipo di umidità. E non ne hanno sulle infiltrazioni d’acqua liquida.
Nessuno può prevedere cosa succede in una parete contro terra in caso di piogge abbondanti e quindi si deve intervenire nel modo corretto.

Può essere necessario fare iniezioni di resine o usare cemento osmotico, o intonaci speciali che creano una barriera di contro spinta.

Se possibile la cosa migliore è fare una guaina esterna, o un intercapedine.

Lavori che non sempre si possono fare per questioni finanziarie o fisiche.

Per fortuna c’è la soluzione dall’interno, meno invasiva e costosa.

Bisogna separare il muro contro terra dall’intonaco.

  • Il vecchio intonaco va ovviamente rimosso, e i sali anche.
  • Poi si applica una barriera isolante che “stacca” il muro dal resto del mondo.

Si tratta di una membrana alveolare con bugne da circa 8 mm che viene applicata al muro con dei tasselli. barriera risanamento scantinati umidi

La membrana alveolare che permette la micro-aereazione del muro.

Sopra la membrana c’è la rete di armatura.

Si può intonacare direttamente o finire con lastre resistenti all’umidità tipo fibrocemento. Se ci sono probelmi di freddo è meglio applicare anche dei pannelli di materiali isolanti. Esempio sughero o Aerogel.

La barriera va applicata con una tecnica che permette al muro di continuare ad evaporare l’umidità.

Se necessario si predispone uno scolo per la condensa in basso.

In questo modo il muro può traspirare, continuare a deumidificarsi sotto l’effetto del dispositivo di inversione polarità e in caso di umidità laterale in eccesso può evaporare nell’ambiente senza mai toccare l’intonaco!

Un altro sistema simile è quello di applicare una “membrana” che non è di plastica ma è un materiale speciale che isola la parete controterra e sopra la quale si possono mettere pannelli isolanti o direttamente un intonaco resistente all’umidità ambientale. Tipo calce idraulica naturale.

Se non c’è una grande umidità di spinta laterale o di risalita si possono posare direttamente pannelli minerali traspiranti naturali.

Si posa in pratica un cappotto traspirante interno che gestisce l’umidità e isola dal freddo.

risanare scantinati umidi pannello silicato di calcio
cappotto interno traspirante alcalino a capillarità attiva da 5 cm in un interrato di cemento armato.

Usare pannelli in fibra di legno, sughero o meglio ancora pannelli  minerali a capillarità attiva speciali contro la muffa. Come il silicato di calcio con fibre vegetali.

Va valutato il pannello migliore casa per casa.

Non sono tutte uguali.

Infine viene intonacato con materiali traspiranti o con la sola calce idraulica naturale al 100%

“Sola calce idraulica naturale” significa che contiene zero cemento.

Anche la pittura dovrà essere traspirante, come il grassello di calce naturale o idropitture di qualità anti muffa o anti condensa a seconda della situazione.

Dopo aver risolto umidità di risalita, umidità igroscopica (i sali), umidità di spinta laterale mancano due cose fondamentali per risanare lo scantinato e renderlo abitabile: riscaldamento e aereazione.

Gli ambienti seminterrati o interrati devono essere aerati correttamente.

L’umidità ambientale e quella che esce dalla membrana alveolare descritta sopra o evapora per effetto dei dispositivi di inversione di polarità, deve uscire dallo scantinato umido, taverna o cantina.

L’umidità di una taverna o scantinato  deve essere sempre fatta uscire per evitare condense.

Nei seminterrati le finestre mancano, sono scarse o piccole, o bocche di lupo, ma l’umidità nell’ambiente deve essere fatta uscire e ricambiata con aria fresca a pulita.

Per risanare scantinati umidi bisogna installare un sistema di aerazione e riscaldamento dei locali.

La ventilazione meccanica controllata con recupero del calore, mantiene il tasso di umidità nei valori ideali se i locali vengono anche riscaldati.

A volte solo con aereazione e riscaldamento si possono ottenere miglioramenti enormi in uno scantinato umido.

Non risolverà l’umidità di risalita ma cambierà completamente il clima.

In alcuni scantinati bisogna per forza ricorrere alla ventilazione centralizzata e canalizzata, ma quando è possibile la soluzione più economica e pratica è installare aeratori con recupero di calore da parete.

Per il riscaldamento degli scantinati umidi:

Oltre alla VMC e alla stufe o riscaldamenti classici c’è un metodo non invasivo, che negli scantinati può essere utilissimo.

biored irragiamento infrarossi
Differenza tra irraggiamento a termosifone e a raggi infrarossi.

Il pannello radiante a raggi infrarossi.

I pannelli a raggi infrarossi possono essere installati senza lavori edili.

Riscaldano gli oggetti e non l’aria.

Come fa il sole.

Quindi scaldano i muri. Hanno un potente effetto deumidificante e antimuffa.


risanamento-cantina-sassoAbbiamo installato il dispositivo di inversione di polarità e un pannello IR in una “grotta” (un crotto) di sasso sul lago di Como praticamente inutilizzabile.

Le pareti gocciolavano di umidità di condensa, era fredda e mai usata da proprietari.

Non era il caso di fare un cappotto interno per quanto traspirante e perdere l’effetto dei “sassi”.

Dopo un anno era risolta e adesso la usano per farci le cene tra amici e passare le serate.

C’è anche un metodo di asciugare i muri umidi e deumidificarli velocemente.

Un metodo che in pochi giorni deumidifica muri bagnati da infiltrazioni, perdite, allagamenti.

Si tratta della deumidificazione con le microonde.


Questa è la giusta sequenza per risanare scantinati umidi.

Con garanzia di risultato, perché si eliminano tutte le sorgenti di umidità senza coprirle come fanno di solito.

Non copiare e incollare questa procedura.

Bisogna prima studiare la tua situazione!

La tua casa, scantinato, taverna o cantina ha il suo problema, il suo valore e un motivo per cui la vuoi risanare, diverso da tutte le altre.

Riassumendo: come risanare scantinati umidi.

  • Niente contro pareti di tavelloni, cappotti interni di cartongesso o polistirolo applicati ai muri umidi o controterra.
  • Non credere ai “fori per arieggiare.”
  • Aprire le finestre in estate nello scantinato umido non va bene.

La prima cosa è individuare quali tipi di umidità ci sono.

I lavori di risanamento possono essere fatti tutti assieme o po’ alla volta iniziando dal punto più importante.

Se non segui la sequenza giusta spendi i soldi per niente.


Vuoi risanare scantinati umidi, la taverna o la cantina, in modo definitivo, garantito senza buttare via soldi?

Richiedi un sopralluogo e preventivo sarai contattato entro 24 ore.

Rispettiamo la tua privacy. I tuoi dati non verrano dati ad altre aziende. Saranno utilizzati da Greentech srl per rispondere alla tue domande e mandati le nostre soluzioni. Puoi far cancellare o modificare i dati in qualsiasi momento semplicemente richiedendolo.
Vedi link Privacy policy.