Home » all'umidità di risalita » C’è un’alternativa al vespaio nelle ristrutturazioni con umidità?

alternativa al vespaio cocciopesto pavimento
pavimento in coccio pesto la calce è molto resistente all'umidità anche di risalita e ha un effetto estetico migliore del cemento, microcemento, resine ecc.

C’è un’alternativa al vespaio nelle ristrutturazioni con umidità?

C’è un alternativa al vespaio nelle ristrutturazioni delle case umide?

Se hai una casa da ristrutturare, la prima cosa che ti propone il muratore è “un bel vespaio.”

La leggenda che si tramanda da un muratore all’altro contagiando anche altri professionisti, è che il vespaio sia la soluzione a tutti i problemi di umidità ed in particolare all’umidità di risalita.

Purtroppo si tratta solo di una leggenda.

Il vespaio è un isolamento del pavimento al piano terra, non ha niente a che vedere con le murature!

Fare un vespaio in una vecchia casa, scavando il pavimento esistente non ha mai risolto nessun problema di umidità di risalita.

I vespai che funzionavano bene erano quelli dei Romani, fatti di anfore sotto la casa, che come nelle case di nuova costruzione, isolavano anche le murature.

Se le fondazioni non esistono o non sono isolate, le murature entrano nel terreno e l’umidità risale nei muri causando i tipici fenomeni di sgretolamento intonaci, sali ecc.

Spesso le case vecchie hanno un pavimento che poggia su un vecchio massetto o direttamente sul terreno.

Facendo un vespaio si allontana il pavimento dal terreno e si crea un isolamento dal freddo e dall’umidità che potrebbe arrivare al pavimento.

Non alle murature!

La vera utilità del vespaio aerato è eliminare il pericolo del gas radon.

Il vespaio a regola d’arte o meglio non farlo.

Per funzionare deve essere fatto a regola d’arte, con i fori di aerazione verso l’esterno orientati correttamente.

Gli sfoghi con l’esterno posti a distanza compresa fra i 2,5 – 3 metri di distanza devono essere ad altezze diverse fra il lato caldo (generalmente sud) e il lato freddo (generalmente nord).

In questo modo si genera una ventilazione naturale che permette all’aria di entrare dai fori dalla parte più fredda, caricarsi del gas radon ed uscire dal vespaio in base all’effetto camino dalle aperture poste ad altezza maggiore (anche a tetto, se possibile) sui lati caldi.

Nota: L’efficacia di questo fenomeno (effetto camino) è già di per se discutibile, se però il vespaio non è fatto a regola d’arte allora proprio non funziona. Anzi potrebbe fare danni.

Se nel vespaio l’aria non circola si può formare condensa e peggiorare la situazione dell’umidità.
aternativa al vespaio umidità
formazione condensa all’interno del vespaio

Se i muri ai lati del vespaio sono umidi a causa della risalita, l’umidità che evapora può restare intrappolata nel vespaio e peggiorare la situazione.

Il problema è che vespaio ti viene consigliato non per l’isolamento termico, non per proteggere il pavimento o per il radon ma te lo propinano per risolvere il problema dei muri umidi!

Il vespaio è costoso, è in pratica tutta manodopera, buon motivo per cui i muratori lo vogliono sempre fare.

I Vantaggi del Vespaio e l’alternativa al vespaio

La domanda a questo punto è:

  • Vale la pena di spendere decine di migliaia di euro per fare un vespaio?
  • Dopo aver investito nel vespaio non avrò più problemi di umidità in casa?
  • Esiste un’alternativa al vespaio valida o più economica?
  • E a cosa serve veramente il vespaio con gli igloo, che benefici mi dà?

Perfino i produttori di igloo e i “vespaisti” sono abbastanza vaghi nel definire quali siano le reali potenzialità e vantaggi di un vespaio aerato. Forse nessuno lo sa veramente.

Uno dei motivi validi per fare un vespaio con igloo è eliminare possibili infiltrazioni di gas radon.

Il radon è un gas nocivo per l’uomo, solo che sotto la tua casa è probabile che non ci sia.

C’è solo in certe zone ben conosciute, e può essere verificato con appositi strumenti.

Quindi non serve proteggersi dal radon se non c’è.

Altro motivo per il vespaio areato, è isolare dal freddo, dal terreno e dall’umidità nel pavimento.

Ma è veramente necessario tutto quell’isolamento sotto la casa?

E cosa facciamo con il caldo?

Ultimamente le ristrutturazioni tendono fin troppo al risparmio energetico.

Tutti gli incentivi puntano a ridurre le emissioni. Il risultato è che la moda è di isolare fin troppo.

E così assistiamo al flop delle case nuove in Classe A dove non passa un filo d’aria e sono invase dalla muffa.

Quando hai una casa con cappotto esterno, tetto super coibentato e infissi della “Nasa” ti resta solo la
base della casa per dissipare calore in estate,  ma se sotto c’è un vespaio di igloo di plastica?

La casa è “incartata”.

E se hai fatto tutto rigorosamente di polistirene invece che di materiali traspiranti il risultato è che la bella casetta anni 50 o cascina del 900 di mattone pieno è diventata una scatola di plastica piena di umidità.

Decidere se fare o no il vespaio aerato o dovrebbe essere studiato caso per caso. Anzi casa per casa.

Una casa in montagna non è una casa in pianura padana, e le cascine dell’oltre Po pavese hanno un ambiente diverso da quelle del sud.

L’umidità di risalita le colpisce tutte indistintamente, (e su quella il vespaio abbiamo già detto che non
fa niente) mentre il radon, l’umidità ambientale e il clima sono completamente diversi da una zona all’altra.

Alternativa al vespaio.

Spesso ci chiamano per una cantina, taverna o seminterrato che si vuole risanare o rendere abitabile.

Di solito hanno già preventivi dove consigliano di sventrare il pavimento e spendere un sacco di soldi per un bel vespaio.

Possibile che non si possa sistemare una casa, una taverna o un seminterrato senza un alternativa al vespaio?

E se lo spazio per scavare non ci fosse?

(A volte quando ci chiamano il vespaio l’hanno già fatto e ovviamente non ha funzionato per l’umidità!)

  • Di solito le taverne o seminterrati soffrono di umidità di risalita
  • E anche di umidità di contro spinta laterale cioè umidità dal lato del muro contro la terra non isolato.
  • E poi soffrono di scarsa aerazione e ponti termici che causano umidità di condensa.
  • A volte il pavimento è molto più freddo e si forma condensa sulle mattonelle specialmente in estate.
  • Ci sono infine 12 tipi diversi di umidità.

In tal caso un vespaio potrebbe esser utile ma sempre molto costoso e invasivo.

Fortunatamente esiste più di un’alternativa al vespaio.

Una valida alternativa al vespaio per isolare un pavimento è un pavimento sopraelevato.

O un micro vespaio di pochi centimetri.

Funziona bene, specialmente se isolato al di sotto con barriere al vapore e all’umidità.

O addirittura barriere isolanti nanotecnologiche come l’Aerogel.

aerogel alternativa al vespaio
pannelli aerogel nanotecnologia isolante traspirante

Un solo centimetro di aerogel isola come 8 cm di polistirolo ed è completamente traspirante.

Si può creare una barriera al freddo e al vapore di eccezionale efficacia e lasciare traspirare il pavimento senza perdere centimetri e senza bisogno di sventrare la casa con un vespaio, che soprattutto negli scantinati difficilmente può essere fatto a regola d’arte con le bocchette di aerazione corrette come descritto sopra.

Fare un vespaio significa distruggere il pavimento, gli impianti, un lavoro molto invasivo che in questo modo può essere evitato.

Una guaina isolante o un centimetro di Aerogel si può applicare a secco anche sopra un pavimento già esistente, poi si può posare un pavimento sopraelevato di pochi cm o flottante, risolvendo i problemi di isolamento con meno spesa, meno lavori, meno sporco  e senza distruggere tutto.

Per isolare il pavimento da umidità e freddo ci sono valide alternative al vespaio aerato, con igloo ecc.

Come il vespaio di argilla senza distacco fisico, di granuli tipo Leca sotto massetto.

Usa meno spazio ma se non viene fatto anche sotto le murature la risalita lì non si risolve.

Oppure Guaine isolanti dall’umidità su cui fare pavimenti in microcemento, in resina o molto meglio di cocciopesto, probabilmente il rivestimento più adatto per un restauro di una vecchia casa.

Il cocciopesto è anche molto più resistente all’umidità di risalita, sali ecc.

Il cocciopesto ha un effetto estetico notevole specialmente nelle case vecchie restaurate.

La calce naturale e il cocciopesto usati per intonaci e pavimenti sono sempre i materiali migliori per il restauro e la ristrutturazione di vecchie case o cascine. Come quelli specifici della Calceforte.


Spesso ci chiamano per umidità in case ristrutturate con cemento.O intonaci che contengono cemento anche se sono a “base di calce”. E non funzionano.

Materiale meno costoso e veloce da applicare ma che non regge l’umidità e ha poco a che fare con il restauro e il confort abitativo ed estetico di una vecchia casa.

Secondo le varie situazioni si valutano le possibili alternative al vespaio per risparmiare e per ottenere risultati duraturi, e per non fare lavori devastanti se non strettamente necessari.

Oppure se è una soluzione valida si fa un vespaio a regola d’arte e si risolve l’umidità di risalita dei muri con altri sistemi.

Sull’umidità di risalita mettiamoci in testa che il vespaio non serve a niente.

Ci sono altre soluzioni per la risalita, sia invasive che non invasive.

per l’aereazione dei seminterrati e taverne ci sono varie soluzioni.

Ventilazione meccanica controllata centralizzata o da parete, con recupero di calore o senza.

Per l’umidità laterale ci sono varie soluzioni tra cui alcune leggendarie e inutili per l’umidità, come il vespaio.

La tradizione infatti richiede di fare contro-pareti di tavelloni o peggio di cartongesso.

parete cartongesso umidità
Risultato di una parete di cartongesso su muro umido. Tagliando il cartongesso si vede cosa succede sotto.

Riempite di polistirolo o di lana di roccia.

Tutte “soluzioni” che non fanno altro che mascherare l’umidità.

Il tempo che serve per vendere una casa e poi si rivelano in tutto il loro orrore.

Non farti abbindolare.

Il cartongesso e il polistirolo sui muri umidi sono un disastro ancora peggio del vespaio nel pavimento.

Almeno il vespaio aerato serve ad isolare dal freddo il pavimento, le pareti di cartongesso invece vanno bene negli appartamenti da ristutturare ai piani alti dei condomini.

Sui muri vecchi e umidi non servono a niente e creano solo muffa e odori.

L’alternativa al vespaio con igloo se il problema è solo la risalita

Se durante una ristrutturazione si palesa l’idea di fare un vespaio per migliorare l’isolamento, per il gas radon e altri fattori ci può stare, valutando i costi e i benefici.

Ma se ti propongono il vespaio come soluzione all’umidità di risalita, allora no.

Non farlo e cerca un’alternativa al vespaio.

Non diciamo che è una truffa ma….

Nel senso che devi essere informato su cosa effettivamente può fare o non fare un vespaio.

E sulla risalita può fare ben poco o niente.

Per l’umidità di risalita si possono usare dispositivi di inversione di polarità che per male che vada non ti distruggono la casa e non ti costano un occhio della testa. (diffida dei tarocchi però)

Intonaci risananti non “a base” di calce ma di sola calce idraulica naturale senza cemento.

O altro. A seconda dei casi. Da valutare dopo un sopralluogo.

HAI UNA CASA UMIDA O DA RISTRUTTURARE?

TI HANNO PROPOSTO UN VESPAIO AD IGLOO PER RISOLVERE L’UMIDITÀ?

VUOI SAPERE SE C’È UN’ALTERNATIVA?

COMPILA IL MODULO SOTTO E RICHIEDI UN SOPRALLUOGO.


NOTA: Rispettiamo la tua privacy. Non daremo il tuo contatto a call center o altre ditte. Lo useremo solo per soddisfare le tue richieste e mandarti le nostre soluzioni. Potrai modificare o cancellare i dati in qualsiasi momento semplicemente richiedendolo. Vedi Privacy Policy.