Classe A ma con la muffa
Classi energetiche in base al consumo

Classe A significa risparmio energetico, minori spese di riscaldamento.

Non significa maggiore confort abitativo…

Né che la tua casa non sarà umida!

E nemmeno che non avrai la muffa sui muri!

Dai rapporti che riceviamo ormai lo sanno tutti che questa case in classe A sono spesso un flop, con enormi problemi di muffa sui muri e clima insalubre in casa.

Umidità e Muffa Casa Classe A – Perché?

Casa in Classe A spesso significa:

“Un BUNKER super coibentato (isolato con materiali plastici) che si scalda molto velocemente e consuma poco gas” ma dove:

  • L’aria non circola bene.
  • I muri non traspirano.
  • L’umidità si condensa.
  • Le muffe si formano facilmente.
  • Cattivi odori non escono o ristagnano in casa.
Le lamentele e le cause legali legate alle case nuove in Classe A sono all’ordine del giorno.

Motivo? Umidità e muffa sui muri.

Ovvio che questo non si limita alla Classe A ma anche alla classe B e in generale a tutte le case con cappotto di polistirolo e infissi “termici”.

La “colpa” è sempre tua per la muffa e l’umidità in casa nuova Classe A.

La risposta più comune dei costruttori è che gli inquilini o acuireti delle case sbagliano perché “non aprono” invece “devono aprire le finestre”.

Ma non sempre è così.

Ci chiederanno di fare un corso speciale per abitare nelle case nuove?

Se ti lamenti è colpa tua perché non sei abituato a vivere in una casa “green” che “risparmia energia” e contribuisce a “ridurre le emissioni”.

Ma tu pensi: che me ne frega delle emissioni se poi sento le “emissioni” delle muffe?

  • Cos’è questo odore di muffa?
  • Perché ho la condensa?
  • Perché non escono mai gli odori dalla casa?

Dotazione tipica delle case nuove in Classe A, B e ristrutturate recentemente.

Classe A e in generale case nuove o ristrutturate recentemente hanno:

  • Cappotto di polistirolo,
  • Isolamenti, Serramenti doppi o tripli
  • Pannelli Solari, Caldaia a Condensazione
  • Riscaldamento a Pavimento, Condizionatori, Pompe di calore, ecc.
  • Vespaio di plastica al piano terra.

Tutto bellissimo.

Tutto in favore del risparmio energetico, isolamento termico e acustico e del business!

Una casa a basso consumo ma non sempre con un clima ideale.

Non esiste uno standard uniforme per gli isolamenti termici e per i lavori di impiantistica nelle case nuove anche in Classe A.

In Trentino ci sono case in Classe A fatte di Legno e coibentate con il sughero, in periferia di città nelle villette a schiera la Classe A significa quasi sempre polistirolo da tutti i lati, pitture esterne impermeabili e serramenti  di alluminio “stile NASA”.

Non passa un filo d’aria e l’umidità generata all’interno trova barriere insormontabili che le impediscono di uscire.


Le case Classe A o B o cappotto di polistirolo sono facili da riscaldare.

Sono più facili da vendere per il marketing sul risparmio energetico e gli incentivi statali.

Per un costruttore è remunerativo spendere un po’ di più per costruire case in Classe A, la gente è disposta ad acquistarle anche durante la crisi e a pagarle di più.

La crisi dell’edilizia non è causata solo dalle banche.

La crisi edilizia è fatta anche dai costruttori che hanno messo sul mercato case fatte male, fatte in fretta, con materiali scadenti.

O dai costruttori che scompaiono nel nulla per non rispondere dei vizi occulti che saltano fuori solo dopo qualche anno che la casa è stata venduta.

Una casa Classe A deve essere costuita a regola d’arte e con materiali di qualità e traspiranti per non avere umidità e muffa.

I problemi di condensa e muffe nella case in Classe A, (o in generale dopo che sono stati fatti cappotti o sostituiti gli infissi) sono sempre dovuti a lavori o progettazioni fatti male.


UMIDITA’ E MUFFA NELLE CASE IN CLASSE A

L’umidità delle case in Classe A è causata da vari fattori:

1. Mancanza di adeguata aerazione nelle case “bunker” di classe A che non sono dotate di ventilazione meccanica forzata (come la Classe A+) e sono costruite con materiali non traspiranti.

2. Fenomeni di condensa interstiziale dentro le murature, intercapedini e isolamenti, causata da errori strutturali, di esecuzione e progettazione.

3. Isolamenti non perfetti dei tubi dell’acqua e del condizionatore causano condense e punti freddi all’interno dei muri e dove l’umidità condensa.

4. Lavori di coibentazione non perfetti lasciano o creano dei ponti termici.

In breve sono sempre errori di progettazione, esecuzione o materiali che causano condensa e muffa nelle case in Classe A, nuove o con cappotto.

Anche le case ristrutturate a cui è stato fatto il “classico del restauro”:

Classe A e Muffa
Muffa Nera Muri
  • cappotto
  • vespaio
  • vetri termici
  • riscaldamento a pavimento
  • Intonaci e pietre “anti umidità” all’esterno (tipo pitture al quarzo)

Quasi sempre sono piene di umidità e hanno problemi di muffe perché la casa non respira più e l’umidità non ha modo di uscire da nessuna parte.


Attenzione: L’umidità non viene dall’esterno ma dall’interno!

Le persone pensano che “siccome fuori piove” c’è la nebbia o c’è umido allora “è una giornata umida” e questo crea umidità e muffa in casa.

Ma non è vero.

L’umidità è creata all’interno solo che non riesce ad uscire dal bunker della casa classe a!

Una famiglia di 4 persone emette nell’aria circa 12 KG di acqua al giorno tramite il respiro, sudore, asciugare i panni, far da mangiare, usare la doccia.

Se si aggiungono più persone o animali o attività che comportano maggiore emissione di umidità la quantità d’acqua immessa nell’aria aumenta proporzionalmente.

Solo dormendo un essere umano emette 0.6 kg d’acqua durante la notte.

Umidità di condensa muffa nei muri
Umidità di condensa muffa nei muri

Visto che la casa in classe A è un bunker “impenetrabile” dove andrà a finire tutta questa acqua?

Si condenserà nel primo posto freddo che trova.

Alcune famiglie hanno temperature di 22 o 25° in inverno perché a qualcuno piace girare in mutande per casa, la nonna ha freddo e il bambino fa il bagnetto.

Ad una temperatura di 24° e umidità del 70% il punto di rugiada (cioè dove l’umidità condensa) è a 15-16° –

Non è difficile trovare un punto che abbia questa temperatura o più bassa.

Basta un isalamento imperfetto.

Un angolo del soffitto, di notte quando il riscaldamento è spento, o vicino ad una finestra o in mezzo ad un muro dove passa il tubo del condizionatore in estate a 7° e non perfettamente isolato.

O a volte una maniglia di metallo della finestra.

E così hai la muffa dietro gli armadi, vicino alle finestre, negli angoli, anche se la tua casa è in Classe A o B o con cappotto e i vetri termici.

La classe A+

Non si può dire la stessa cosa della Classe A+ che comporta maggiori investimenti ai costruttori ma non è altrettanto remuneratività e richiesta dal “mercato”.

La Classe A+ ha come differenza dalla Classe A il fatto di avere una migliore coibentazione e l’aerazione controllata.

Quindi se è fatta bene non dovrebbe avere problemi di aerazione, di umidità, muffe e odori.


BUONA NOTIZIA.

ABBIAMO LA SOLUZIONE PER L’UMIDITA’ ANCHE IN CLASSE A.

Puoi trasformare la tua Classe A o casa con cappotto e vetri termici in un luogo dove l’aria circola e la muffa non prolifica.

Richiedi un sopralluogo gratuito e un preventivo.


Prima troviamo di cosa soffre la casa, poi la soluzione corretta!

Non continuare a fare e disfare e pulire e ridipingere e vivere nella muffa!

Prima di togliere per l’ennesima volta la muffa, (il fai da te è sconsigliato – rischi di portarla anche da altre parti)
Prima di ridare la pittura sui muri, (la tempera non fa traspirare e non risolve il problema anche se “antimuffa”)

Richiedi un sopralluogo per risolvere definitivamente condensa e muffa!

 

NOTA: Rispettiamo la tua privacy e non daremo il tuo contatto a call center o altre ditte. Vedi privacy policy.